Archivio annuale 2018

DiProtopapas

PERCHÉ RIVOLGERSI A UN INSEGNANTE PRIVATO

In Italia si è verificato, negli anni, un abbassamento nella qualità dell’insegnamento nella scuola pubblica, causato da diversi fattori quali il sovraffollamento delle classi, la rotazione degli insegnanti (spesso a opera di supplenti) che non permette una continuità didattica, e, spesso, la mancata vocazione all’insegnamento dei giovani docenti, i quali trovano nell’insegnamento l’unico sbocco lavorativo in una società in cui la disoccupazione affligge anche i laureati. Le risposte della scuola pubblica sono spesso inefficienti e sono più rivolte a terminare i programmi rispetto che a recuperare chi è rimasto indietro. L’alunno che si trova a dover recuperare delle carenze si trova di fronte solo altre difficoltà e tranne rari casi non riceve aiuto sufficiente dalla scuola e spesso è costretto a recuperare la materia sostenendo esami a Settembre (sempre poco sostenuto nel recupero da parte dell’istituto pubblico), o peggio ancora perdere l’anno.

L’alternativa alla scuola pubblica è quella privata, ma, a parte i costi esosi, e con le dovute eccezioni, in genere la preparazione non è al livello degli istituti pubblici e ciò potrebbe risultare un ostacolo per l’eventuale percorso universitario, a partire dal superamento dei test di ammissione alle facoltà.

A questo punto la famiglia dello studente in difficoltà si trova a scegliere tra l’universitario o neolaureato, un centro studi o un insegnante professionista.

La prima in genere è la soluzione più economica, ma anche la meno professionale e può essere davvero efficace per seguire ragazzi delle medie inferiori o per dare una mano nei compiti. La mancanza di esperienza renderà difficile al docente privato l’adattamento a percorsi differenti da quelli che lui stesso ha seguito.

I centri studi a volte forniscono lezioni di gruppo (in genere molto dispersive), altre volte individuali. Tali centri danno una certa garanzia sulle capacità e affidabilità dei docenti, ma buona parte del costo della lezione pagata non finisce nelle tasche del docente, per cui i più capaci spesso scelgono altre strade.

L’insegnante privato professionista ha già avuto molti allievi e si è confrontato quindi con diversi metodi d’insegnamento e dunque può facilmente adattarsi alle necessità di ogni studente senza impartirgli un proprio metodo d’apprendimento, ma permettendogli di seguire al meglio quello dell’insegnante della scuola che frequenta.

È opportuno precisare che l’affiancamento non serve solo ad arrivare alla sufficienza nella materia e non di rado ho seguito ragazzi che volevano raggiungere un alto livello di preparazione e l’eccellenza nei voti scolastici.

Nel corso degli anni ho ottenuto molte soddisfazioni professionali e spero di continuare ad aiutare i giovani a comprendere la bellezza e l’utilità della matematica e della fisica.

Ing. Michele Protopapas